IN EVIDENZA

25 settembre 2010 - Convegno

"La medicina d'iniziativa: il paziente esperto"

Sala consiliare della Torre di San Vincenzo

 Convegno patrocinato dal Comune di San Vincenzo e dalla Provincia di Livorno e realizzato con il contributo della Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci


Hanno collaborato: USL6 Val di Cornia

       Circolo culturale Sciarada

       Fotografa Sabine Korth

I cittadini che soffrono di patologie croniche sono sempre più numerosi in virtù del progressivo allungamento della vita media. Operare attraverso la medicina d’iniziativa vuol dire intervenire in fase preventiva per evitare complicazioni ed aggravamenti precoci.

L’ASL 6 della Val di Cornia, attraverso gruppi di assistenza, potenzia le attività dei medici di famiglia che con altre figure professionali, come infermieri ed operatori socio sanitari, si adoperano per far diventare il paziente cronico un “paziente esperto”. In questa prima fase si lavora con pazienti affetti da patologie quali diabete mellito, scompenso cardiaco, insufficienza respiratoria, ipertensione ed ictus. Gli operatori quindi si adoperano per educare il paziente ad autogestire la propria patologia mediante il controllo della dieta, l’esercizio fisico ed il proprio stile di vita. Un percorso assistenziale che prevede la condivisione fra tutti i professionisti ospedalieri e territoriali di ciò che va fatto per curare al meglio, fisicamente e sul piano delle emozioni, il paziente che diventa quindi “un paziente condiviso”.
Di tutto questo si è parlato nel convegno organizzato da FIDAPA - sezione San Vincenzo-Val di Cornia, rappresentata dalla Vice Presidente Dott.ssa Anna Parrini e dalla Dott.ssa Paola Ribechini, responsabile commissione sanità e sociale. Fondamentale la collaborazione dell’ASL6 che è intervenuta con la Dott.ssa Neda Caroti, responsabile di zona, e che ha visto la presenza della Presidente della Società della Salute, Dott.ssa Anna Tempestini. Molto efficaci le relazioni di medici, infermieri e pazienti che hanno illustrato le esperienze del modulo locale, così come l’intervento dei medici di famiglia Dott. Degli Innocenti e Dott.ssa D’Apice. Fra i relatori, da segnalare la Dott.ssa Donatella Pagliacci del modulo locale e gli esterni, Dott. Leto, Dott. Maciocco e Dott. Taviani. Nella sessione pomeridiana, dopo la visione di un video A.F.A. (Attività Fisica Assistita), una tavola rotonda ha dato voce anche ai rappresentanti di alcune associazioni di pazienti ed ha portato la propria esperienza anche una badante.

Un convegno qualificato ed articolato, al quale hanno partecipato più di cento persone, che consentiva l’accreditamento di n.4 crediti formativi al personale medico, infermieristico e tecnico.

Il convegno è stato patrocinato dal Comune di San Vincenzo e dalla Provincia di Livorno e sono intervenuti il Vice Sindaco Camerini, l’assessore Nannelli, il Presidente del Consiglio Provinciale Di Bonito e l’assessore provinciale Sposito. E’ stato inoltre sostenuto dalla Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci ed ha avuto la collaborazione del circolo culturale Sciarada di San Vincenzo. I numerosi intervenuti, nella pausa pranzo, hanno goduto del buffet preparato dalla chef Debora Corsi del ristorante La Perla di San Vincenzo.
In occasione del convegno, Fidapa ha allestito anche la mostra fotografica “Badiamo alle nostre badanti”, con le foto ed i collage della fotografa professionista Sabine Korth. L’associazione prosegue così il proprio impegno sulle tematiche socio-sanitarie con l’organizzazione annuale di un convegno sui temi della salute, ed a livello sociale con iniziative che puntano alla qualificazione delle badanti che svolgono un ruolo fondamentale in campo socio-sanitario e per favorire una loro migliore integrazione nella nostra società.